Etichette tessute ed etichette in tessuto: ci sono delle differenze?

Le etichette sono distinguibili in taffetà e raso, possono essere tessute con l’indicazione di una frase, un motto, un’immagine, ed avere una qualunque forma, dimensione, materiale e colore.

Per poter comprendere meglio se esistono o no delle differenze tra i due prodotti, è importante rivolgere la nostra attenzione su un termine fondamentale: la tessitura. Volendo riassumere potremmo dire che la Tessitura è l’arte che consente la realizzazione di un tessuto, ossia il risultato di un processo di lavorazione che prevede l’intreccio di fili di ordito (verticali) con quelli di trama (orizzontali).

Per ottenere un tessuto si possono utilizzare svariati filati che vengono lavorati con molteplici mezzi dai più semplici, un cartone dentellato, alcuni bastoni o una cornice di legno, a quelli più complessi come un telaio jacquard o uno industriale. Chiaramente la qualità, la complessità e la dimensione del tessuto ottenuto rispecchierà le caratteristiche tecniche del mezzo utilizzato. Tornando, dunque, alla nostra domanda iniziale è evidente come l’etichetta in tessuto rappresenti, in definitiva, la base su cui saranno effettuate le lavorazioni di personalizzazione ottenendo così un’etichetta tessuta o anche un’etichetta ricamata: a seconda dei materiali impiegati se ne potrà determinare la qualità.

Facciamo qualche esempio partendo dalle etichette tessute in Taffetà: il taffettà è un materiale resistente che, grazie ai suoi fili molto sottili conferisce all’etichetta una superficie leggermente satinata. Con questo tipo di lavorazione, con l’alta definizione, è possibile ottenere dei dettagli grafici o delle scritte molto piccole. Per il taffetà è anche possibile ottenere una risoluzione ultra HD, che viene realizzata su telai speciali la cui tessitura, con contorni assolutamente nitidi, offre una densità la più alta possibile conferendo all’etichetta una estetica nobile.

In alternativa al taffetà vi è poi il raso, un materiale che si distingue per i fili un po’ più spessi di quelli del taffetà, ma che permette una buona densità di tessitura presentandosi con una superficie abbastanza opaca (“satinata”) o lucida. Pertanto, le etichette tessute in raso sono leggermente più spesse rispetto alle precedenti, mentre al tatto risultano più morbide. Questo materiale generalmente viene scelto per etichette di qualsiasi dimensione, con una resa di buona qualità, senza troppi dettagli o elementi grafici complessi.

Infine, sia le etichette in taffetà che quelle in raso possono essere tessute con l’indicazione di una frase, un motto, un’immagine, ed avere una qualunque forma e dimensione, materiale e colore. L’Etichettificio Pugliese è in grado di realizzare etichette tessute e/o ricamate per tutti coloro che desiderano personalizzare le proprie produzioni o anche per chi vuole impreziosire il proprio capo d’abbigliamento con un accessorio così importante.

Menu